Vai alla home di Parks.it

Autorizzazioni alla raccolta dei funghi su tutto il territorio regionale

Modalità per effettuare il pagamento all'Ente Parco del Po e della Collina Torinese

(08 Ago 16) Dal 2014, grazie ad una modifica alla legge regionale n. 24 del 2007, è possibile ottenere il titolo di autorizzazione alla raccolta dei funghi anche mediante il versamento del contributo a favore degli enti parco regionali. L'autorizzazione ha validità su tutto il territorio della Regione Piemonte.


Il titolo di autorizzazione alla raccolta dei funghi può avere durata giornaliera, settimanale, annuale, biennale o triennale.
Le somme incassate dagli enti parco per l'autorizzazione alla raccolta dei funghi saranno utilizzate per la tutela e la salvaguardia del territorio e, in particolare, destinate alle seguenti finalità:
a) sistemazione e manutenzione delle aree boscate e segnalazione dei sentieri pedonali;
b) promozione e realizzazione di iniziative finalizzate a favorire la conoscenza ed il rispetto delle specie fungine;
c) espletamento delle funzioni di vigilanza delle guardie ecologiche volontarie, concordate con la provincia competente per territorio.


Autorizzazioni ANNUALI, BIENNALI, TRIENNALI:

Gli elementi di maggiore rilievo per ottenere l'autorizzazione annuale/biennale/triennale alla raccolta funghi sono:

  • non è più necessario applicare la marca da bollo sulla ricevuta di versamento;
  • il versamento tramite bonifico può essere effettuato a favore dell'Ente Parco del Po e della Collina Torinese, oppure di altri enti parco, oppure di unioni di comuni montani o collinari; non è più possibile invece effettuare il versamento ai singoli comuni;
  • i minori di 14 anni non necessitano dell'autorizzazione alla raccolta funghi, a condizione che siano accompagnati da una persona maggiorenne munita di valido titolo di autorizzazione alla raccolta, ma ogni persona maggiorenne NON può accompagnare più di 2 persone minori di 14 anni;
  • affinché il versamento sia valido è necessario indicare nella causale anche cognome nome, nascita e possibilmente residenza di chi fisicamente andrà a cercare i funghi;
  • il versamento è strettamente personale; durante la ricerca dei funghi sarà necessario avere con sé la ricevuta di versamento accompagnata da un documento di riconoscimento;
  •  il contributo per l'autorizzazione al momento è di 30 € annuali, che possono essere versati per una sola annualità, oppure per due o tre annualità, evitando così eventuali possibili aumenti di costo nel futuro.

Il versamento può essere effettuato con 2 modalità:

1) effettuando un bonifico con queste coordinate:
- IBAN: IT09P0200820097000003030469
- beneficiario: Ente di gestione Aree protette Po e Collina Torinese
- causale versamento: "raccolta funghi anno xxxx" (30 €), oppure "raccolta funghi anni xxxx/xxxx" (se si effettua un versamento di 60 €), oppure "raccolta funghi anni xxxx/xxxx/xxxx " (se si effettua un versamento di 90 €) ed aggiungere: nome, cognome, luogo e data di nascita della persona per la quale si richiede l'autorizzazione (che potrebbe non coincidere con quella che effettua il bonifico).

2) recandosi presso una filiale UniCredit e chiedendo di effettuare un versamento all'ente parco (fino a 30 € il versamento è gratuito), su questo conto di tesoreria:
- codice: Conto tesoreria 3505100
- intestato a: Ente di gestione delle Aree Protette del Po e della Collina Torinese 
- causale versamento: "raccolta funghi anno xxxx" (30 €), oppure "raccolta funghi anni xxxx/xxxx" (se si effettua un versamento di 60 €), oppure "raccolta funghi anni xxxx/xxxx/xxxx" (se si effettua un versamento di 90 €).



Autorizzazioni GIORNALIERE O SETTIMANALI:

I titoli autorizzativi giornalieri o settimanali funzionano più o meno come quelli per i parcheggi, ossia semplicemente si acquistano e, quando li si usa, si "gratta" l'anno (sono validi fini al 2019 compreso), il mese ed il giorno di raccolta. Per i permessi settimanali occorre "grattare" il primo giorno di validità, dal quale decorrerà la settimana di validità. Bisogna ricordarsi di scrivere sul retro del permesso i dati del cercatore di funghi.
I permessi vanno "grattati" quando si inizia la raccolta. "Grattarli" solo quando si vedono le guardie comporta la sanzione per ricerca funghi senza autorizzazione alla raccolta.
I titoli di autorizzazione giornaliera/settimanale si acquistano presso i seguenti punti:

  • Baldissero Torinese, Alimentari De Giorgis, via Superga 56
  • Carignano, Parrucchiere Vanity, via F. Salotto 17
  • Castagneto Po, Sede Ente Parco a Castagneto, via Alessandria 2, Castagneto Po
  • Castagneto Po, Bar trattoria Rio Grande, str. Torino 1
  • Chivasso, Tabaccheria Crosetto Tiziana, via Torino 51
  • Moncalieri, Sede Ente Parco a Moncalieri Vallere, corso Trieste 98, Moncalieri
  • Pecetto Torinese, Da Guido Alimentari, via Umberto I 44
  • Pino Torinese, La Bottega della Valle  via Tetti Civera 8
  • San Sebastiano Da Po, Tabaccheria via Casale 43
  • Torino, Edicola Piumatti, via Nizza 106
  • Torino, Tabaccheria Elda e Maurizio, str. Superga 322
  • Torino, Tabaccheria Bollito, corso Duca degli Abruzzi 10 

Le tariffe per ottenere il permesso alla raccolta dei funghi sono dunque le seguenti:

  • Permesso annuale con versamento di 30 €
  • Permesso biennale con versamento di 60 €  
  • Permesso triennale con versamento di 90 €  
  • Permesso giornaliero con versamento di 05 €  
  • Permesso settimanale con versamento di 10 €  

Ai cittadini che, effettuato il versamento almeno biennale, si presenteranno presso una delle sedi dell'ente parco, sarà consegnato in omaggio un coltello Parachini per la raccolta dei funghi, oltre ad un piccolo vademecum sui comportamenti da tenersi per la raccolta sostenibile e rispettosa dell'ambiente.

A questo link www.regione.piemonte.it/ambiente/tutela_amb/funghi.htm troverete la legge regionale n. 24 del 2007, che all'art. 2 riporta le procedure per una corretta raccolta dei funghi.

Qui invece troverete una pagina con le risposte a domande frequenti, non solo sulla materia della raccolta funghi: www.regione.piemonte.it/ambiente/tutela_amb/faq.htm.

Per ogni ulteriore chiarimento si può telefonare al n. 0114326538 o scrivere a: vigilanza.parcopotorinese@inrete.it
 
Scarica il VADEMECUM del Raccoglitore di funghi: pagina 1 - pagina 2

Mazze di tamburo (F. A. Miola)
Funghi nel bosco del Garettino (F. Fabrizio Nobili)
Mazze di tamburo in crescita (F. A. Miola)
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Ente di gestione delle Aree Protette del Po e della Collina Torinese - p. iva 06398410016